Berlin -5. Il richiamo dell'Havel

Berlin -5. Il richiamo dell'Havel

Fabio Geda, Marco Magnone

Gli adulti non esistono più. Nel 1975 il virus li ha uccisi e da tre anni uccide chiunque abbia più di sedici anni. Questa è l'unica certezza per i bambini e ragazzi allo sbando tra le spettrali vie di Berlino.

E invece no. Gli adulti esistono ancora. Uno di loro, Andreas Beck, sta cercando una cura al virus, mentre gli altri sono armati e pronti a tutto. Anche a sparare a Bernd. Intanto Jakob è ancora sconvolto da quando, nel mezzo di una tormenta di neve, ha dovuto salvare la sua peggior nemica, Wolfrun, caduta in un lago gelido con il cavallo Ziggy. Sembra che per entrambi da quel momento il mondo si sia capovolto e ora, in fuga dai loro nuovi nemici, si stanno per incontrare di nuovo…

«Non è vendicandosi che si aggiustano le cose. Dobbiamo cercare una soluzione. Non possiamo più accontentarci di sopravvivere.» «E cos'altro possiamo fare?» «Possiamo sconfiggere il virus, ad esempio.

O morire provandoci.»

Commenta su Facebook

dati tecnici

  • anno 2017
  • ISBN 978880467987
  • pagine 204
  • dimensioni 14,0 x 21,5 cm
  • confezione cartonato

Gli autori

Fabio Geda

Fabio Geda

è nato e vive a Torino, dove si è occupato a lungo di disagio minorile. Con "Nel mare ci sono i coccodrilli" ha raggiunto la notorietà in Italia e in 30 paesi nel mondo.

leggi profilo completo
Marco Magnone

Marco Magnone

è nato ad Asti. Ha pubblicato graphic novel e libri di viaggio e ha vissuto a lungo a Berlino.

leggi profilo completo

Storie e non solo vedi tutti

Berlin 3: la battaglia di Gropius sta per avere inizio!

Sulla Berlino del 1978 decimata dal virus è calato l’inverno, e la neve è un manto bianco e gelido che copre ogni cosa.

Ed è proprio in questo momento critico che il gruppo di Tegel,
...

“Berlin”: il quarto capitolo della famosa saga di Geda e Magnone

“Berlin”: il quarto capitolo della famosa saga di Geda e Magnone

Com’è il mondo fuori da Berlino? Lo scopriamo nel quarto capitolo della saga firmata da Fabio Geda e Marco Magnone.