News

Grossman firma una nuova storia, tenera e delicata, sulle prime ingiustizie

Grossman firma una nuova storia, tenera e delicata, sulle prime ingiustizie

 

“Quella è la mia Mirtilla!”, ha esclamato Lilli.

Amalia si è spaventata e ha stretto forte Mirtilla.

“È mia!”, ha detto Lilli. E l’ha tirata. Ma anche Amalia tirava Mirtilla.

 

Come ogni giorno Lilli va a scuola, saluta la maestra Gelsomina e ripone la sua bambola Mirtilla nell’armadietto. Dopo aver giocato, cantato e ballato con i suoi amici, però, Lilli si accorge che la bambola è scomparsa! Chi l’avrà presa e perché?

Torna David Grossman con una nuova storia, dolce e lieve, sulle prime ingiustizie e sul potere della condivisione. Le parole di Grossman, piene di poesia, sono accompagnate dalle illustrazioni briose e coloratissime di Giulia Orecchia. Un albo delizioso sull’importanza della sincerità e della generosità.

Tutti possono sbagliare, l’importante è capirsi con parole e gesti del cuore. 

Libri collegati

Commenti