Perché studiare chimica (non) è difficle. Ora buca

Perché studiare chimica (non) è difficle. Ora buca

Marco Malvaldi

Driiin driiin! Suona la campanella per il cambio dell'ora, ma... manca il prof? ORA BUCA! Finalmente una pausa fra le tante lezioni trascorse a prendere appunti e a ricopiare esercizi o, peggio ancora, a essere interrogati...

Ma se come supplente dovesse arrivare un insegnante d'eccezione, pronto a raccontare la bellezza della propria materia?

È ciò che fa Marco Malvaldi in queste pagine, spiegando come atomi e molecole si incontrano negli oggetti che maneggiamo ogni giorno (per esempio una matita!) o che sarebbe meglio non maneggiassimo mai (tipo la nitroglicerina!). Ma l'autore racconta anche in che modo lo studio della chimica insegni molto più di formule e reazioni, offrendo occasioni di crescita che torneranno utili nei più diversi ambiti della vita. Ecco che così, all'improvviso, la scuola diventa sorprendentemente appassionante!

Commenta su Facebook

dati tecnici

  • anno 2023
  • ISBN 978880477487
  • pagine 104
  • dimensioni 13,0 x 18,5 cm
  • confezione brossura con alette

L'autore

Marco Malvaldi

Marco Malvaldi

, classe 1974, si è laureato in chimica all'Università di Pisa, presso la quale ha anche conseguito un dottorato e svolto attività di ricerca.
Oggi di mestiere fa lo scrittore, ed è una delle voci più celebri del genere giallo italiano. Con il suo primo libro, La briscola in cinque (Sellerio, 2007), ha dato vita a una serie nota come I romanzi del BarLume, che vede protagonisti gli anziani frequentatori e abili investigatori di un bar. L'autore si occupa anche di divulgazione scientifica, e fra i...

leggi profilo completo

Dello stesso autore