Io dico no al razzismo

Io dico no al razzismo

Viviana Mazza, Kibra Sebhat

Dieci parole, dieci capitoli, dieci strumenti per affrontare un tema presente in ogni ambito delle nostre vite, anche se molto spesso non siamo in grado di vederlo.
Che cosa significa godere di un privilegio, quello di avere la pelle bianca, del quale non si è nemmeno consapevoli? Che cosa comporta per una persona lasciare tutto - il proprio Paese, i propri cari - per cercare di costruirsi altrove una vita migliore? Che cosa deve affrontare, in Italia, un giovane di origine straniera che vuole ottenere la cittadinanza? Viviana Mazza e Kibra Sebhat cercano di rispondere a queste e molte altre domande, mostrandoci come i pregiudizi che stanno alla base del razzismo siano molto più diffusi di quanto si creda; ma anche guidandoci per una via differente, quella che vede la diversità come una ricchezza, la convivenza come un obiettivo necessario, l'antirazzismo come l'unica risposta possibile.

Il razzismo non riguarda solo le singole azioni di alcune persone cattive: si tratta di un sistema che fa sì che i bianchi abbiano più diritti di coloro che non lo sono. Tutti noi abbiamo pregiudizi nei confronti dei gruppi sociali diversi dal nosro. Possiamo superarli solo se prima di tutto riconosciamo di averli e poi facciamo qualcosa per cambiare le cose.

Commenta su Facebook

dati tecnici

  • anno 2021
  • ISBN 978880474388
  • pagine 144
  • dimensioni 14,0 x 21,5 cm
  • confezione brossura con alette

Gli autori

Viviana Mazza

Viviana Mazza

VIVIANA MAZZA, nata a Catania nel 1978, è giornalista del "Corriere
della Sera", dove scrive per la redazione esteri, raccontando storie di
donne e di uomini dall'Alaska al Pakistan. Per i giovani lettori ha pubblicato
con Mondadori Storia di Malala, Il bambino Nelson Mandela,
Ragazze rubate, Guerrieri di sogni, Greta. La ragazza che sta cambiando
il mondo
e La ragazza che imparò a volare. Storia di Simone Biles.

leggi profilo completo
Kibra Sebhat

Kibra Sebhat

KIBRA SEBHAT, nata a Rovigo nel 1986
e originaria dell'Eritrea, è milanese e
afroitaliana. Si occupa di comunicazione
aziendale, giornalismo e video produzioni.
Dal 2008 al 2017 ha fatto parte di
Rete G2 - Seconde Generazioni, organizzazione
apartitica che promuove i diritti
dei figli di immigrati senza cittadinanza
italiana. Dal 2012 è collaboratrice del
"Corriere della Sera".

leggi profilo completo